Prenota la tua visita gratuita: Cel 324 80 26 999 Tel 011 77 61 661 Compila la tua richiesta on line

Succede che certe cavità siano troppo ampie per essere riempite direttamente in bocca. Il rischio di questo tipo di procedimento è, dato che il materiale da otturazione contrae nell’indurirsi, si formino grosse tensioni all’interno di una grande massa di materiale, con conseguenti distacchi parziali dell’otturazione e perdita di sigillo; oppure, in altri casi, impossibilità nel ricostruire adeguatamente in bocca una grossa parte di dente perso. In questi casi è indicato un intarsio, ovvero una ricostruzione del dente fatta fuori dalla bocca.

Dopo una ricostruzione preprotesica, il dente viene preparato asportando una quota minima di dente e materiale da otturazione; nella stessa seduta si rileva l’impronta e nel corso dell’appuntamento successivo ci sarà già disponibile il manufatto pronto da incollare.

I vantaggi sono molteplici: sacrificio di dente sano minimo; dente come nuovo in due sedute; niente provvisori; costo minore ma performances pari se non superiori a quelle di una corona; l’intarsio eseguito e trattato a regola d’arte non si stacca come può avvenire per una corona, poiché è incollato e non cementato.

Intarsio in composito